Visitare Londra in 3 giorni: cosa vedere, fare e dove mangiare.

C’è chi l’ha definita eclatante ed entusiasmante, chi una città che deve essere scoperta. Certo è che visitare Londra rappresenta un’esperienza meravigliosa che qualsiasi persona dovrebbe fare almeno una volta nella propria vita. Una città ricca di storia, capitale di una delle monarchie più antiche e potenti al mondo, ma anche una città in continua e costante espansione, capace di correre a qualsiasi ritmo sostenibile. Si tratta della ventesima città più grande al mondo e pretendere di visitarla e conoscerla accuratamente in un lasso di tempo breve è a dir poco improponibile. Nonostante ciò rappresenta un dato di fatto il desiderio di molti italiani di vivere il cosiddetto “weekend londinese“. Ecco i nostri consigli per visitare Londra in 3 giorni, nel migliore dei modi e sulla base di quella che è stata la nostra personale esperienza di viaggio. Non saremo certo coloro i quali vi consiglieranno di visitare il Big Ben o di farvi il giro sulla ruota panoramica (potete tranquillamente osservarli anche da lontano).

COSA VISITARE A LONDRA

Una location da visitare ASSOLUTAMENTE è rappresentata dal Museo di Storia Naturale, situato a Cromwell Road, una struttura di oltre 54.000 metri quadri, suddivisa in cinque sezioni (botanica, etnomologia, mineralogia, paleontologia e zoologia) che contiene al suo interno circa 70 milioni di reperti storici. Si tratta di un percorso di 2/3 ore in grado di lasciare i visitatori a bocca aperta. Un’esperienza in cui è possibile visionare scheletri di dinosauri (situati nella sala centrale del museo, di grande impatto) , animali di ogni specie ed epoca imbalsamati, comprendere chi siamo e da dove proveniamo. Senza contare la presenza, all’interno della struttura, del Darwin Center che ospita ben 17 milioni di insetti, 3 milioni di piante. Si tratta dunque di una vera e propria cattedrale della storia e della natura, un’occasione che non può essere tralasciata dal turista più curioso. Senza contare che tutto ciò sarà possibile a costo zero. Per maggiori info click su Museo di Storia Naturale.

Altra tappa fondamentale, per tutti gli appassionati della Storia dell’arte e della pittura, è sicuramente il British Museum o, come è più comunemente noto, la National Gallery. Se la città di Firenze ha i suoi Uffizi o, come a Parigi, si può vantare un Louvre, anche i Londinesi possono immergersi in un’atmosfera indimenticabile circondandosi di autentici capolavori. I vostri occhi potranno godere delle pennellate dei più grandi della storia. Pensiamo, ad esempio, a Raffaello, Sandro Botticelli, Tiziano, e Monet fino ad arrivare a Vincent Van Gogh. Nonostante la struttura ospiti al suo interno una collezione di oltre 2.300 dipinti, vi sono tre quadri che ogni turista non osa perdere. Si tratta nello specifico del “Ritratto dei coniugi Arnolfini“, del pittore fiammingo Jan Van Eyck; in secondo luogo vi è l’olio su tela raffigurante un cavallo, “Whistlejacket“, di George Stubbs; ed infine il celebre “Venere e Marte“, di Sandro Botticelli, dietro al quale si cela una storia di amore e tradimenti senza eguali nella storia dell’arte. Anche presso questa struttura, così come nella maggior parte dei musei cittadini, l’ingresso è a titolo completamente gratuito. Per maggiori info click su National Gallery.

Infine, ma non per importanza, laddove il turista si trovasse a passare per il quartiere Westimester, è impossibile non imbattersi in tre monumenti dall’indiscutibile valore nonchè splendore architettonico. Ci riferiamo in primo luogo a Westimster Abbey, di stile gotico, che rappresenta il più importante luogo di culto anglicano della città di Londra dopo la chiesa di San Paolo. A differenza della maggior parte dei monumenti l’abbazia, nota soprattutto in quanto è stata la location dei più celebri matrimoni della corona inglese, è visitabile soltanto a pagamento. A titolo gratuito e da non confondere con l’Abbazia è la Cattedrale di Westimester, luogo di culto cristiano. Da non perdere, infine, c’è il Westmister Palace che probabilmente rappresenta l’angolo più conosciuto di tutta Londra oltre che a fungere da sede delle due camere che costituiscono il Parlamento del Regno Unito.

COSA FARE A LONDRA

Non vi faremo un grande elenco di cosa fare o non fare a Londra. Ci limitiamo a fornirvi un grande suggerimento, ossia quello di passeggiare quanto più possibile sia per le strade principali che nei vicoli più reconditi. Sicuramente, da non perdere, c’è Piccadilly Circus (l’incrocio più noto della capitale). Parliamo della piazza dalle gigantesche insegne luminose e gli ultimi dati attestano che circa 100 milioni di persone attraversano questo spazio nel corso di un anno. Non molto distante da Piccadilly c’è il quartiere Soho dove si concentra la vera e più intensa movida londinese (suggeriamo una sosta all’ O’Neill’s Wardour Street), Covent Garden e la celebre Chinatown (con atmosfera tipicamente orientale e dove è possibile gustare delle anatra squisite). Infine, l’asso nella manica della città: i parchi. Avrete un enorme ventaglio di scelte. Questa è la cosa bella di Londra. Potrete passare dalla la frenesia più marcata alla tranquillità e al relax.

COSA MANGIARE A LONDRA

Per quanto riguarda il discorso Food, in tutta sincerità, non siamo molto probabilmente un modello da seguire ma siamo sicuramente convinti di quella che è stata la nostra linea base. Mangiare tutti i santi giorni, dalla mattina alla sera, hamburger o fish & chips, non poteva essere sostenibile. Ecco perchè dopo un’attenta analisi del web abbiamo avuto la possibilità di spaziare. Sicuramente un pub londinese va provato e suggeriamo la zona di Soho e Covent Garden per trovare i migliori. C’è poi chi, come noi, senza una pizza non ci può stare ed è per questo che suggeriamo, senza alcuna minima ombra di dubbio, Pizza Pilgrims a Covent Garden che (e ve lo dice un napoletano) rappresenta la miglior soluzione qualità/prezzo e la pizza è squisita. Se volete invece soddisfare il palato per una pausa pranzo veloce, non molto distante dal Museo di Storia Naturale, c’è Casa Manolo, nel quartiere Chelsea, dove potrete assaggiare degli ottimi panini con jamon spagnolo. Per i più golosi, infine, che attendono l’ora del tè per un ottimo dolce segnaliamo una vera e propria boutique, rifugio dei golosi più agguerriti: L’ETO Caffè. Da non perdere la cheescake: mi raccomando, ogni morso chiudendo gli occhi.

Che dire…buon viaggio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: